lunedì 5 gennaio 2015

Donna







Trasparente

come l'acqua che scorre,
scivola via

leggera,

 nel nerofumo
accecante,

silente
Notte.
                                                           

Non sente
tristezza,

solo
carezze
di vita,

s'offre,

anima
fragile
nel mondo
ignavo,

bocca
eterea
nel sogno,

alieno.

Lasciala danzare,
dondola
dolce,
dimentica

della ruota
mutevole

d' un Tempo

folle.

E lei
ferma i capelli
dal vento,
dal pensiero
nudo,

sorride,
ed ama
il suo dolore,

o dorme,
chi sa,

bimba
che gioca,

giocatrice
perdente.

Donna,

sempre.